La vagina interiore

di Andrea Devis

Tutti disponiamo di una vagina interiore: un tunnel di pensieri, sensazioni e percezioni. Alcuni di noi hanno un buon rapporto con la propria vagina interiore: la ascoltano, la curano e la tengono pulita prevenendo eventuali fastidi e pruriti; per altri la vagina interiore non è altro che una voragine vergine. È un reticolo di emozioni, un viatico verso innumerevoli realtà. È colei che ci guida verso la scelta giusta e che ci permette -con un rispetto quasi materno verso noi stessi- di compiere la scelta giusta e di resistere quando la vita ci mette alla prova. La vagina interiore impedisce alle cose che non abbiamo di rovinare il godimento dato da quelle che abbiamo.

Vivere un rapporto sereno con questa inesplorata parte della nostra psiche non è sempre facile. È il desiderio di fare ordine che spesso ci mette di fronte a questa fregna inaspettata. Si ristabilisce il contatto con la poetica della pace e della seraficità. È ovvio che non sempre si può essere equilibrati, ma la vagina interiore ci guida mescolando cuore e cervello, praticità e romanticismo, comprensione e intransigenza.

Chiaramente la verginità non è un valore, in questo caso men che meno. Preservare la vagina interiore dagli stimoli esterni è un po’ come decidere di non usare il cervello per paura che si logori.

Indispensabile è la capacità di utilizzare l’orifizio giusto al momento giusto, ovviamente. Utilizzare la vagina interiore per urinare, ad esempio, non farebbe altro che affogare i poveri neuroni in un mare di piscio; utilizzarla impropriamente per sedurre, potrebbe invece renderci tutt’altro che papabili, e finiremmo per trovarci di fronte a qualcuno non in grado di interpretare correttamente le nostre intenzioni. Sbagliare lato e ragionare con il culo al posto della vagina interiore è uno degli errori più comuni, come anche confondere le labbra delle nostre petulanti bocche con quelle più nobili dell’organo nascosto, che però, parlano solo se interpellate.

Disporre di una bellissima vagina interiore ci rende più belli anche fuori, quindi non sorprendiamoci se poi tutti vorranno toccarcela e intrattenersi con lei per ore. Le vagine più evolute si dissociano dal resto del corpo, mettendo in ombra tutto ciò che non le riguarda; è quindi bene fare attenzione al loro desiderio di essere prime donne, perché è un attimo lasciarsi sfuggire la situazione di mano.

La vagina interiore regala fortissimi orgasmi psicologici a chiunque la possieda (sia in termini fisici che carnali) ma non è sempre facile farle raggiungere l’apice dell’appagamento. Lei, comunque, è profondamente gentile e ti risponderà sempre dicendoti che come te non c’è nessuno.

 

Annunci